L’ autunno si avvicina anche per le api

Lunedì 12/09/2016

Appunti di apicoltura

Zona: Belluno

Meteo: Cielo sereno, temperatura 27 °C

Ci stiamo avvicinando all’ autunno e le temperature andranno progressivamente calando. E’ importante verificare le scorte di miele e polline delle colonie d’api in vista della stagione fredda iniziando a pensare di stringere il nido per tenere la famiglia compatta al caldo.

Arnia 12

La famiglia più forte si trova ancora su 9 telaini. Ho deciso di spostare il diaframma di una posizione stringendo un pò il nido. Lascio un telaino di scorta esterno in modo che le api possano importare nei prossimi giorni il miele negli spazi vuoti dei telaini centrali ottimizzando gli spazi. La famiglia si sta riducendo di numero in vista dell’ inverno, l’ape regina depone sempre meno, iniziano a crearsi tanti spazi vuoti, bisogna aiutare le api a stare compatte senza disperdere energie inutili, l’inverno potrà essere lungo e rigido.

telaino di scorta

telaino di scorta

diaframma

diaframma

La configurazione partendo da sinistra ora è la seguente:  scorta, diaframma, 7 telaini nido con covata e scorte, diaframma.

Arnia 59

La famiglia è meno numerosa rispetto alla 12, è reduce da una sciamatura di maggio.

Partendo da sinistra ho 2 telaini di scorta, 1 diaframma, 6 nido, 1 diaframma

Le scorte sono buone
Arnia 68

La famiglia deriva da uno sciame recuperato partito dalla 59.

E’ disposta su 7 telaini

Partendo da sinistra ho 2 diaframma, 7 telaini nido, 1 diaframma

Le scorte sono buone

La regina 2016 sta bene ed è ancora in piena attività di ovodeposizione.

ape regina 2016

ape regina 2016

Verso ottobre dovrò controllare ancora il numero di telaini coperti da api e le scorte, stringendo le famiglie se necessario.

Vai agli appunti di apicoltura

Luca Serafini

fragolebio

Trattamento antivarroa con tavolette di Apilifevar

Giovedì 11/08/2016

Appunti di apicoltura

Zona: Belluno

Meteo: Cielo sereno, temperatura 23 °C

Il 6 agosto ho liberato le regine dalle gabbiette per il successivo trattamento con gocciolato di sciroppo e Apibioxal. Con grande sorpresa nell’ arnia 68 ho trovato covata fresca e opercolata nonostante la regina ingabbiata non potesse deporre. E’ raro ma non impossibile che in una stessa colonia d’api possano convivere per un certo periodo di tempo 2 regine. Mi ha insospettito subito il fatto che il 18 luglio per quest’ arnia avevo ingabbiato una nuova regina non marchiata di bianco, anche se a metà giugno l’avevo segnata. Ero convinto che la colonia d’api avesse deciso di sostituirla allevandone una nuova. In realtà ho ingabbiato la nuova regina mentre la vecchia, non vista nelle visita, ha continuato a deporre indisturbata. In una famiglia può regnare una sola regina, la più forte vincerà sulla più debole destinata a soccombere.

Per questo motivo, non essendo tutta la covata disopercolata, ho deciso di utilizzare un trattamento tampone naturale contro la varroa utilizzando le barrette di Apilifevar. La confezione contiene due strisce composte da Mentolo, Canfora, Eucalipto e Timolo. Il trattamento va fatto possibilmente la mattina presto o verso sera.

Procedimento:

– Ho aperto la confezione rompendo in 4 parti metà tavoletta (una striscia)

apilife var

apilife var

– Ho posizionato i 4 pezzi sopra i telaini nei 4 angoli del nido

posizionato Apilife var

posizionato Apilife var

– Ho posizionato il coprifavo girandolo sotto-sopra. In questo modo agevolo l’areazione e l’evaporazione uniforme della composizione di Apilifevar.

coprifavo sotto-sopra

coprifavo sotto-sopra

– Ho riposizionato il coperchio

coperchio in lamiera

coperchio in lamiera

– Ho tolto il vassoio d’ ispezione sotto l’arnia perchè con questo trattamento l’acaro viene principalmente stordito e staccandosi dalle api cade a terra. Lasciando il vassoio potrei favorire la risalita di parte della varroa non completamente debellata.

– Questo procedimento va ripetuto per 4 volte ogni 6-7 giorni.

Vai agli appunti di apicoltura

Luca Serafini

fragolebio