Parassiti delle fragola: tortricide (Choristoneura lafauryana)

Questo insetto è una farfalla di circa 2 cm di apertura alare dal colore marroncino con righe trasversali più scure. Le sue larve dal colore verdastro sono poco più grandi (circa 2,5 cm). Il danno principale è causato dalle larve che attaccano indistintamente tutta la pianta facendo accartocciare le foglie rivestite dal caratteristico film sottile assomigliante alla seta. Se gli esemplari di tortricide sono pochi la produzione di fragole non è a rischio, tutt’altro se l’infestazione si propaga le larve potrebbero attaccare pesantemente fiori e frutti favorendo inoltre altre patologie come la muffa grigia.

larva tortricide

larva tortricide

tortricide farfalla

tortricide (Choristoneura lafauryana)

Questo insetto si sviluppa per 2 generazioni all’anno:
– le larve si rifugiano in autunno/inverno sotto i residui di vegetazione come ad esempio le foglie secche. Con l’arrivo dei primi caldi in primavera continuano il loro sviluppo sfarfallando tra maggio e giugno. Gli adulti produrranno il primo stadio larvale che entrerà in piena attività durante l’estate;

– a fine agosto queste larve si trasformeranno nella seconda generazione di farfalle che originerà altre larve svernanti di seconda generazione.

Rimedi naturali

Si può intervenire biologicamente utilizzando il Bacillus Thuringiensis kurstaki che va nebulizzato sulle piantine il giorno stesso della sua preparazione meglio se la sera dopo il tramonto del sole.Questo batterio agisce velocemente, nel momento in cui è assimilato dai bruchi li porta alla morte nel giro di qualche giorno. Il suo effetto dura circa una settimana quindi se le larve persistono il trattamento va ripetuto.

Vai a malattie delle fragole

fragolebio

Leave a Comment