Necrosi della Corona Phytophthora cactorum Fragola

Questo patogeno attacca le radici partendo dal basso risalendo in superficie coinvolgendo via via tutto l’apparato fogliare che nel giro di breve tempo si seccherà provocando nei casi estremi la morte della pianta. L’attacco di questo fungo si può rilevare facilmente estraendo la pianta dal terreno e osservando attentamente la sezione delle radici che nella parte centrale risulta essere di un colore marrone tendente al rosso. Le spore di questo fungo possono vivere nella terra contaminata per diversi anni.

 

necrosi del colletto 1

 

 Phytophthora cactorum Phytophthora cactorum

L’insorgere della necrosi è favorito da una temperatura relativamente bassa compresa tra i 5 e 20 gradi (prevalentemente ad inizio primavera) e dall’ umidità elevata dell’ aria e del terreno quindi è bene:

– non inzuppare troppo la terra e mantenere un’umidità contenuta ma costante con irrigazioni regolari ma non eccessive;

– se il fragoleto si trova in serra arieggiare il più possibile alzando i teli nelle ore più calde.
Rimedi:

Il rimedio migliore risulta essere la prevenzione, cercando di ridurre l’umidità del suolo e del terreno evitando i ristagni idrici. Se il terreno risulta essere già contaminato è meglio cambiare di locazione il fragoleto, oppure come nel nostro caso se le piantine sono dislocate in vaso è bene eliminare la terra dei vasi colpiti e prima della messa a dimora di piantine nuove sarà necessario disinfettarli per bene. Per far ciò si può utilizzare ipoclorito di sodio al 5% di cloro (candeggina) diluito allo 0,5% quindi vorrebbe dire che su 10 litri d’acqua vanno aggiunti 5 cl di prodotto. Si lasciano i vasi in immersione per una ventina di minuti poi vanno risciacquati per bene con acqua corrente per eliminare i residui di cloro dannosi per le piantine.

Le piantine ammalate generalmente hanno una ricrescita stentata per cui necessitano di meno acqua e di un trattamento funghicida adeguato che verrà somministrato direttamente sulla parte radicale 1 volta ogni 7 giorni per qualche settimana finchè non si vedrà un miglioramento della piantina.

fragolebio

Leave a Comment