Malattie fragole: Clorosi ferrica

E’ causata dalla carenza di ferro riscontrabile osservando il colore delle foglie che ingialliscono partendo dalle più giovani. La particolarità che la contraddistingue da altre possibili patologie è che nonostante l’ingiallimento progressivo le nervature delle foglie restano di un verde scuro. Il ferro è necessario per la produzione di clorofilla e quindi una carenza di questo elemento provoca uno scolorimento progressivo delle foglie che nei casi più gravi può variare dal giallo al marrone – bianco.

carenza ferro fragola

clorosi ferrica foglie di fragola

carenza ferro fragola 2 grave

carenza di ferro avanzata

Il corretto pH del terreno è importante per l’assorbimento del ferro da parte della pianta di fragola. Il valore del pH varia su una scala che va da 1 a 14 (vedi articolo sul pH), identificando 3 fasce:

  • se il pH<7 il terreno è acido;
  • se il pH=7 il terreno è neutro;
  • se il pH>7 il terreno è alcalino o dolce.

Rimedi:

Un terreno calcareo pH>7 deve essere necessariamente acidificato per garantire il corretto assorbimento del ferro da parte della pianta. Per far ciò si può ricorrere all’ utilizzo dello zolfo che risulta essere l’agente acidificante più comune. La soluzione migliore sarebbe quella di preparare il terreno prima della messa a dimora della pianta (autunno/inverno) così facendo si darebbe tempo allo zolfo di reagire abbassando il pH del terreno per la primavera. Si può somministrare alla pianta di fragola anche il solfato di ammonio efficace per abbassare il livello del pH.

Il Chelato di ferro è un’altro rimedio per ripristinare il grado di ferro del terreno. Lo scorso anno abbiamo utilizzato con successo questo prodotto, facendo un trattamento radicale preventivo circa 1 mese dalla messa a dimora delle piantine, e poi per altre 2 volte dalla comparsa dei primi fiori ai primi frutti.

fragolebio

Leave a Comment