Segreto N°5 per avere fragole eccellenti: il concime

Le fragole necessitano di concime abbondante e di qualità. Per toglierci ogni pensiero, convinti nella qualità di un prodotto al 100% sano e naturale, la nostra scelta è stata quella di utilizzare esclusivamente concime biologico. Prima della messa a dimora della pianta è bene preparare un buon terriccio ricco di concime granulare prevalentemente azotato che servirà al corretto sviluppo radicale e fogliare.

Noi abbiamo utilizzato concime biologico granulare Prodigy mescolato al terriccio a base di torba e perlite nella quantità indicativa di circa 300 grammi di concime ogni sacco da 70 litri. Questo favorisce la perfetta radicazione delle piantine di fragole nei successivi 20 giorni dalla messa a dimora. Inoltre applichiamo una volta alla settimana del concime liquido biologico a base di azoto per favorire ulteriormente lo sviluppo vegetativo radicale e fogliare della pianta.

Concime liquido biologicoconcime biologico Borlanda

Nel periodo successivo, alla comparsa dei primi fiori, il concime prevalentemente azotato viene rimpiazzato con concime liquido biologico a base principale di potassio e fosforo. Il fosforo aiuta i frutti a svilupparsi e diventare grandi, il potassio rende le fragole ancora più dolci e saporite. La nostra scelta è stata quella di utilizzare del concime liquido biologico chiamato Molex a base di borlanda (ricavato dalla barbabietola da zucchero) mescolato nella quantità di circa 240 grammi ad ettolitro di acqua. Nel nostro caso, per la preparazione del concime utilizziamo una tanica da 25 litri d’acqua mescolata con 60 grammi di Borlanda corrispondente a riempire circa mezzo bicchiere di plastica.

Vedi gli altri segreti delle fragole

Luca Serafini

 fragolebio

Segreto N°4 per avere fragole eccellenti: la corretta messa a dimora

Segreto N°4 

Le piantine di fragole devono essere trapiantate attentamente facendo in modo che il colletto delle radici sia a livello con il terreno. Quest’ attenzione è importante perchè se la piantina si trova troppo in profondità, potrebbero marcire le gemme che stanno germogliando dal cespo, se si trova troppo rialzata le radici potrebbero subire danni per gelate in primavera o lunghi periodi di siccità nel periodo caldo.

Fragole Elsinore

fragole Elsinore

Fragole Elsinore messe a dimora in vaso

La terra va ben compattata e annaffiata subito per ridare vitalità alla piantina stressata dal cambiamento di zona. Durante tutto il ciclo di vita della pianta, è fondamentale dare il giusto apporto di nutrienti. Nella prima fase dopo il trapianto per circa 2-3 settimane è preferibile somministrare del concime a base di azoto per favorire lo sviluppo fogliare e radicale. Successivamente si dovrà somministrare un concime a base di potassio e fosforo favorendo quindi la crescita e la maturazione delle fragole.

Nei prossimi giorni parleremo in modo più dettagliato del concime utilizzato nel nostro fragoleto contando nei vostri  preziosi consigli ed esperienze condivise per migliorare ancora di più la produttività delle fragole.

Vedi gli altri segreti delle fragole

Luca Serafini

fragolebio

Segreto N°3 per avere fragole eccellenti: la luce

Segreto N°3

La luce è fondamentale per il pieno sviluppo della piante di fragole. Infatti, grazie alla costante esposizione al sole, le foglie cresceranno di un verde intenso e i frutti matureranno alla perfezione in modo uniforme. Il fragoleto ideale nascerà quindi in un luogo che sia in pieno sole per gran parte della giornata.

sole fragole

sole di vita per le fragole

Il calore intenso nelle giornate estive afose più però far seccare rapidamente le foglie e i frutti, in questo caso è bene annaffiare con maggiore frequenza ed eventualmente pacciamare la pianta per mantenere un’umidità costante nel terreno.

Vedi gli altri segreti delle fragole

Luca Serafini

fragolebio