Scheda di volo DJ Naza Lite (Flight Control Board)

La scheda di volo è’ il cuore del Drone. Per il mio progetto del quadricottero Drontek ho preferito utilizzare un modello affidabile e collaudato provvisto già di tutti i componenti necessari per un volo sicuro. E’ composta da un microprocessore collegato a svariati sensori (barometro, accelerometro, giroscopio,GPS etc).

La DJI Naza è una scheda completa composta di tutto il necessario per poter volare, si configura attraverso il proprio software dedicato Naza M Assistant Software  scaricabile gratuitamente direttamente dal sito ufficiale.

centralina Naza lite GPS

scheda Naza

DJI Naza Assistant M-V2

software Naza M V2 assistant

Le caratteristiche principali sono:

– Modulo GPS con stabilizzazione della posizione,

– Sistema Failsafe di sicurezza per il ritorno alla posizione di partenza in caso di problemi (es. mancanza segnale)

– Possibilità di comandare fino a 6 motori (esacottero)

– Software di configurazione semplice e funzionale

– Doppio stato di protezione per la bassa tensione della batteria

– Sistema di orientamento intelligente

– Possibilità di connessione al Gimbal (stabilizzatore elettronico per foto e video riprese)

– Impostazione del guadagno per ottimizzazione della stabilità e controllo in volo

Nei prossimi tutorial mi piacerebbe realizzare in modo sicuramente più economico una scheda di controllo con Arduino configurando da zero tutti i sensori e le impostazioni TX RX.

La scheda DJ Naza si può trovare qui:

Dj Naza Lite

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DJI Naza-M Lite Version Multi-Rotor Flight Controller GPS Combo

Vai a Progetto Drontek

Vedi gli altri progetti in BIOARDUINO LAB

Iscriviti alla mia Newsletter (trovi il modulo nella colonna di destra), ti informerò sulle novità e sui nuovi tutorial gratuiti condivisi. A presto

Luca Serafini
fragolebio

 

Regolatore elettronico di velocità del drone (ESC Electronic Speed Control)

I motori del drone per poter funzionare necessitano di essere collegati ad un dispositivo elettronico chiamato ESC (Electronic speed control) che mi permette di controllare e variare il numero di giri da 0 al valore massimo dipendente dalla tipologia del motore e dalla tensione applicata. Ad esempio i miei motori da 1000 KV applicando una tensione di 11,1 Volt possono raggiungere idealmente una velocità che va da 0 a 11100 giri al minuto. Ogni motore avrà bisogno del suo ESC quindi per il quadricottero dovrò installare 4 ESC uno per motore.

IMG_20150403_070555

( esc rctimer SK da 30A)

E’ importante dimensionare correttamente l’esc in base alla potenza del motore ed alla batteria utilizzata. Nel mio caso i motori turnigy da 1000KV possono raggiungere una potenza massima di 210 W, utilizzando una batteria da 11,1 Volt il mio ESC dovrà poter erogare una corrente almeno di I=P/V 210/11,1 Volt = 18,9 Ampere. Con questa tipologia di motori e batteria quindi la mia scelta si è indirizzata su un ESC da 30 Ampere.

Un regolatore elettronico di velocità sottodimensionato si può guastare causando lo schianto del drone. Per questo generalmente piuttosto va preso leggermente sovradimensionato per non incorrere in spiacevoli incidenti.

Ecco il link per l’acquisto degli Esc

Regolatore elettronico di velocità 30 Ampere

ESC 30A

Vai a Progetto Drontek

Vedi gli altri progetti in BIOARDUINO LAB

Iscriviti alla mia Newsletter (trovi il modulo nella colonna di destra), ti informerò sulle novità e sui nuovi tutorial gratuiti condivisi. A presto

Luca Serafini
fragolebio

Eliche di un drone

Come scegliere la giusta elica per un drone

Sono caratterizzate da due misure: il diametro e il passo espressi in pollici

eliche 10 pollici

Diametro –> è la lunghezza della elica

passo –> e’ l’ inclinazione dell’ elica rispetto al suo perno. Immaginando una vite il passo indica quanta aria viene avvitata nella rotazione dell’ elica.

Esempio un elica di passo 4 avviterà per ogni giro dell’ elica una colonna d’aria pari a 4 pollici ovvero (4×2.56 cm= 10.24 cm). Quindi un’elica con un passo piccolo ha capacità di spostare meno aria, ha meno forza di avvitamento quindi si presta meglio per voli lenti e viceversa.

Le eliche maggiormente utilizzate sono quelle a 2 pale anche se in certi casi come ad esempio nei voli acrobatici si prestano bene anche quelle a 3 pale.

Io utilizzo eliche in plastica a due pale (diametro 10, passo 4,5 pollici ) e devo dire che mi trovo molto bene come controllo e stabilità in volo.

Le eliche possono essere di diverso materiale:

l’elica in plastica è economica anche se generalmente va bilanciata per ottenere il meglio delle prestazioni;

l’elica in carbonio è leggera e resistente anche se molto costosa. Sono utilizzate generalmente per scopi professionali. Va posta particolare attenzione alla sua
integrità poichè la fibra in carbonio rovinata o deteriorata può rilasciare schegge durante la rotazione dell’ elica.

l’elica in legno è meno resistente però in caso di impatto può rompersi opponendo poca resistenza    salvaguardando quindi l’integrità dei motori

L’elica va scelta in base al peso complessivo del drone e al carico utile rappresentato dagli apparecchi che si vogliono trasportare in volo (esempio gimbal, camera, schede elettroniche etc.)

Se il peso complessivo del drone + carico utilie è sotto i 4 kg si possono utilizzare eliche diametro tra i 10 e i 13 pollici con passi 4,5 5 5,5 pollici, se è superiore si possono utilizzare eliche più grandi.

Le eliche le puoi trovare qui:

Eliche drone

eliche 10x45

 

 

 

 

 

 

 

A presto!

Vai a Progetto Drontek

Vedi gli altri progetti in BIOARDUINO LAB

Luca Serafini
fragolebio