Come preparare il limoncello con la limoncina (cedrina)

LIMONCINA

Origine: Pianta del sud-america con foglie dal profumo di limone.

Periodo di fioritura: nel periodo estivo  da giugno ad agosto.  I fiori sono molto piccoli dal colore bianco violaceo.

Esposizione solare: predilige i climi caldi e secchi, ama il pieno sole.

Resistenza climatica: clima temperato, non tollera gelate e temperature rigide. In inverno è consigliabile portarla al riparo.

Irrigazione: Evitare i ristagni idrici. Tra un’ annaffiatura e l’altra attendere sempre che la terra sia asciutta. Le radici non devono restare a lungo bagnate per prevenire ed evitare marciumi radicali.

Concimazione: Utilizzare mensilmente da marzo a settembre un concime equilibrato a lento rilascio.

Potatura: Per dare vigore alla pianta e favorire lo sviluppo di nuove foglie è possibile potare la pianta. Evitare di eseguire quest’ operazione nelle giornate calde e assolate preferendo una giornata fresca e nuvolosa. Successivamente inumidire la nuova chioma nebulizzando con dell’ acqua per dare sollievo alla piantina stressata dal trauma.

 IMG-20150831-WA0003

pianta limoncina chiamata anche cedrina

Preparazione del limoncello (per 1 litro)

Le sue foglie possono essere utilizzate per produrre un gustoso limoncello.

Cosa serve:

– acqua 500 ml

– alcool a 95° 500 ml

– zucchero di canna o normale 500 grammi

– una scorza di limone grattugiato

– 70 foglie di limoncella

IMG-20150831-WA0007

 foglie limoncina appena raccolte

Procedimento:

– Versare in un contenitore di vetro nelle dosi sopra descritte: acqua, alcool, zucchero, foglie di limoncina;

limoncello con limoncina

 contenitore di vetro con ingredienti

– agitare bene il tutto e riporre in un luogo buio per circa 15 giorni. Ogni tanto ( una volta al giorno se possibile) ricordarsi di agitare la soluzione per favorire lo scioglimento dello zucchero;

– filtrare in una bottiglia la soluzione aiutandosi con un’imbuto ed un colino;

IMG_20150916_200034

limoncello filtrato in una bottiglia recuperata

– dopo qualche ora in frigo il limoncello fresco è pronto da gustare

IMG_20150916_200128
limoncello pronto

fragolebio

Se ti è piaciuto il mio articolo condividilo su facabook, o sul tuo social network preferito cliccando le icone sotto:  facebook, twitter o google+   grazie

Altreplice Bianca spinacio

ORIGINE: Spinacio della Persia

spinacio

spinacio

altreplice-bianca2

altreplice bianca

 

 

 

 

 

 

 

 

CURIOSITA’
Chi mangiando gli spinaci non pensa a “Braccio di Ferro”? Questo cartone animato ha contribuito a creare un falso mito: vi sono ortaggi ben più ricchi di ferro (es. lenticchie), inoltre quello contenuto negli spinaci è difficilmente assimilabile. Considerando 100 grammi di foglie fresche di spinacio, il ferro è presente in quantità irrilevante, circa 3 milligrammi!

QUANDO VA SEMINATA?
Durante tutto l’anno, predilige il periodo da marzo a novembre in luna calante.

COME VA SEMINATA ?
I semi vanno disposti a 1-2 cm di profondità a file distanti 20-30 cm. Va posizionata al sole o a mezz’ ombra nei luoghi particolarmente caldi. Può crescere fino ad un metro d’altezza, le foglie alla sua base vanno eliminate per favorire la  crescita. I suoi semi che si sviluppano in sommità sono di colore bianco (vedi foto sopra).

QUAL’E’ IL TERRENO MIGLIORE?
Terreno ricco, preferibilmente lavorato. E’ una pianta rustica, non ha bisogno di attenzioni particolari.

QUANDO VIENE RACCOLTA?
Dopo 40-60 giorni dalla semina

QUALI SONO I SUOI PRINCIPI NUTRITIVI?

In 100 grammi di foglie appena raccolte sono presenti indicativamente: 90% acqua, 3,6% carboidrati, 2,2% fibre, 2,2 % proteine, 0,4 % grassi, 1,6 % minerali e altri elementi.

COME SI CONSUMA LA ALTREPLICE BIANCA?
Cotta, ideale per torte salate.

Se ti è piaciuto l’articolo iscriviti alla Newsletter nel riquadro a destra(sempre che tu non l’abbia già fatto) , ti aggiorneremo sulle novità del sito, GRAZIE!

Si ringrazia Gioia, Irina e coltivarcondividendo per il prezioso contributo

fragolebio

Pianta Speronella

Speronella

speronella

CURIOSITA’
Pianta “nettarifera”, attrae le api per il polline. Il succo estratto dai fiori e mescolato con allume può essere trasformato in un inchiostro blu. Le spighe fiorite possono raggiungere addirittura la lunghezza di 100-150 cm!

QUANDO VA SEMINATA?
Generalmente in autunno

COME VA SEMINATA?
Solitamente si semina “a dimora”

QUAL’E’ IL TERRENO MIGLIORE?
Ama il terreno sciolto, ben drenato e ricco di materia organica

QUAL È LA GIUSTA ESPOSIZIONE AL SOLE?
Predilige posizioni soleggiate: meglio se il sole arriva diretto per qualche ora al giorno

QUANDO FIORISCE?
Da marzo a settembre

Condividi su facebook la pianta Speronella usando i bottoni social sotto

fragolebio