Come ottimizzare il riscaldamento con il pannello in alluminio

Pannello riflettente in alluminio per radiatori

radiatore dopo con alluminio

E’ possibile migliorare l’efficienza del riscaldamento di casa con un semplice accorgimento di facile realizzazione. L’alluminio è un materiale dal grande potere riflettente, per cui se posto dietro un radiatore può favorire la riflessione del calore nell’ambiente di casa bloccando in parte la dispersione verso la parete esterna.
Un pannello di alluminio lucido presenta un valore di emissività pari a 0,05. L’ emissività è l’unità di misura della capacità che ha un corpo di assorbire, trasmettere ed emettere calore. Varia tra un valore che va da 0 (energia completamente riflessa) a 1 (energia totalmente assorbita). Da questo si può dedurre che il foglio di alluminio presenta un alto potere riflettente.

rotolo alluminio

rotolo pannello alluminio

Cosa serve:

– Rotolo pannello riflettente,

– Forbice o taglierino,

– nastro biadesivo,

– metro
Procedimento:

– Misurare la superficie post radiatore,

– Tagliare il pannello della misura adeguata,

– Fissare il biadesivo dalla parte non lucida,

– Premere il foglio di alluminio contro la parete dietro al radiatore ( il lato lucido deve essere in vista)

radiatore prima senza alluminio
radiatore prima senza pannello

radiatore dopo con alluminio
radiatore dopo con pannello riflettente

 

Luca Serafini

fragolebio

Monitoraggio contatore Enel con Arduino

In questo progetto vedremo come rilevare i consumi del contatore Enel grazie al conteggio degli impulsi del led rosso integrato.

Cosa serve:

 Scheda Arduino Uno o compatibile con Slot SD per memorizzare i dati acquisiti e porta Ethernet   per l’invio dati ad un Server Web;

 Fototransistor;

 cavo a 3 fili possibilimente schermato per ridurre le possibili interferenze;

 Nasto adesivo nero per il fissaggio del fototransistor al contatore Enel.

Schema di collegamento

Lo schema di funzionamento è molto semplice: il piedino 1 va collegato a massa (GND), il piedino 2 va all’ alimentazione 5V, infine il piedino 3 va al pin digitale 2 o 3 in base a dove voglio gestire l’interrupt dei conteggi. Consiglio di utilizzare un cavo schermato a 3 fili. ( la calza va messa a massa per ridurre possibili interferenze nel segnale).

tsl257_bb

 

Nei prossimi giorni inserirò i primi sketch di prova

A presto