Api affamate, arrivano i rinforzi di candito

Mercoledì 08/02/2017

Appunti di apicoltura

Zona: Belluno
Meteo: Cielo variabile, temperatura -2 °C

Le api stanno esaurendo le scorte nel nido, è necessario aiutarle somministrando il candito. Per 2 famiglie ho utilizzato lo stesso procedimento dello scorso anno trasferendo il candito dal sacchetto al contenitore di plastica trasparente forato alla base come puoi vedere qui.  Per la terza arnia invece ho utilizzato questo sistema:

– ho forato al centro il sacchetto da 2 kg di candito,

– ho inserito un cono nutritore per fare in modo che il sacchetto non si afflosci quando resteranno degli spazi vuoti,

sacchetto candito

sacchetto forato con cono

cono nutritore

particolare cono nutritore

– ho tolto il coperchio dell’arnia,

– ho posizionato un foglio lucido sopra il disco del coprifavo prima di ruotarlo; in questo modo le api non escono e posso vedere in trasparenza se sono attive e si muovono in questo delicato periodo invernale,

dav

foglio lucido su foro coprifavo

– ho centrato il cono del sacchetto di candito sul foro del coprifavo e sfilato da sotto il foglio lucido, nemmeno un’ape è uscita. Questo metodo di somministrazione scorte per me è il migliore se il clima è rigido perchè non vado a disturbare le api in glomere che potrebbero risentire dello sbalzo termico in caso di apertura del nido.

dav

– ho rimesso il coperchio in lamiera

Ho acquistato dell’ ottimo candito da Carlo Bertoni. Se vuoi maggiori informazioni vai qui.

Vai agli appunti di apicoltura

Luca Serafini

fragolebio

Leave a Comment